#Gennaio al #cinema: TUTTI I SOLDI DEL MONDO, il nuovo film di Ridley Scott con Michelle Williams, Mark Wahlberg e Christopher Plummer.

Il 2018 inizia con un calendario quanto mai ricco di eccellenti novità cinematografiche. Ad esempio, dal 4 Gennaio arriva anche in Italia ALL THE MONEY IN THE WORLD (Tutti i soldi del mondo), il nuovo film di Ridley Scott, già celebre per la triste controversia con Kevin Spacey – impegnato in uno dei ruoli principali, travolto dal sex gate e licenziato in tronco , nonostante avesse quasi ultimato le riprese – le cui scene sono state completamente rigirate da Christopher Plummer (per altro candidato ai Golden Globe proprio per questa interpretazione).

Non che TUTTI I SOLDI DEL MONDO necessitasse di ulteriori promozioni e polemiche: di per sé il film è ispirato a fatti realmente accaduti, in un coacervo di versioni discordanti che (anche a distanza di svariati decenni) rendono particolarmente difficile mettere a fuoco verità, affermazioni e punti di vista dei molti protagonisti coinvolti nel famigerato “rapimento Getty”.

Al centro della storia Paul Getty III, nipote prediletto di J. Paul Getty, multimilionario ramo petroli, noto come “l’uomo più ricco del mondo”.

Il 10 Luglio del 1973 il ragazzo (aveva appena 16 anni) viene sequestrato dalla Ndrangheta mentre si trova in vacanza a Roma. La vera notizia da prima pagina, destinata a fare il giro del mondo, fu la sprezzante risposta di Getty, che si rifiutò categoricamente di pagare il riscatto.

Tutti i soldi del mondo diventa così la parabola di un uomo che ama i suoi soldi sopra ogni cosa, e ripercorre la corsa contro il tempo di Gail (madre di Paul ed ex nuora di Getty, interpretata da Michelle Williams) e della guardia privata Fletcher Chace (Mark Wahlberg), capaci di raccogliere una somma apparentemente impossibile e scongiurare la morte del ragazzo.

Naturalmente, la famiglia di Saro Mammoliti (uno dei rapitori coinvolti) ha immediatamente fatto causa alla promozione. L’esilarante motivazione è affidata alle voce del legale Barry Rothman:

“E’ tutto falso. E se state accusando la famiglia dei nostri clienti di essere dei criminali, mostrandoli in questa luce, allora non dovreste accusarli di essere criminali stupidi e falliti, che non sanno tenere a bada un sedicenne. Erano dei criminali grandiosi.”

Chissà se qualcun altro, a parte il regista di Alien e Blade Runner, è stato mai accusato di diffamare il buon nome di un criminale efferato.

Di certo è innegabile che Ridley Scott abbia cambiato la Storia del Cinema hollywoodiano; arrivando fino in fondo, ai rapporti di forza tra autori e produttori.

Parliamo di un uomo capace di battersi oltre 15 anni (ovvero, dal 1982 al 1997) perché Blade Runner fosse distribuito (almeno in home-video) nel suo autentico Director’s cut: quello che dicevano il pubblico non avrebbe mai compreso, diverso nella struttura e nel finale, per niente morbido e consolatorio.

Per questo, ammetteremo una remota speranza: forse un giorno vedremo anche quei ciak di Kevin Spacey in versione Paul Getty… Magari, quando si spegneranno polemiche, odio e chiacchiericcio intorno una vicenda che, forse, appartiene più alla magistratura che alla pubblica opinione

Intanto, grazie a Universal Movies possiamo pregustare il Trailer definitivo di TUTTI I SOLDI DEL MONDO, in sala da Giovedì 4 Gennaio, e atteso come uno dei film più avvincenti del nuovo anno che inizia:

 

Marta Zoe Poretti

#thelovingmemory

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: