#21Dicembre: Tanti auguri #JaneFonda

“Gli 80 sono i nuovi 20!”

Poteva solo essere questo il commento di JANE FONDA, che oggi festeggia 80 divine primavere.

A Settembre la 74 Mostra del Cinema Venezia l’ha premiata con il Leone d’oro alla carriera: insieme al fido Robert Redford presentava in anteprima il film OUR SOULS AT NIGHT (Le nostre anime di notte).

La strana coppia di BAREFOOT IN THE PARK (A piedi nudi nel parco; George Sacks 1967) firma così la sua quarta pellicola: e se vi aspettate una zuccherosa love story tra vecchietti, avete sottovalutato il fondatore del Sundance Film Festival e Jane “Ribelle di Hollywood”.

LE NOSTRE ANIME DI NOTTE di Ritesh Batra, tratto dal romanzo omonimo di Kent Haruf (edito per l’Italia da NNE editore), è una produzione e un’esclusiva NETFLIX.

Vi consigliamo di passare da Netflix.com e vedere subito questa commedia insolita, minimale, forte di una sceneggiatura impeccabile e del talento di 2 mostri sacri. Jane Fonda e Robert Redford regalano una prova sottile, capace di restituire tutta l’ironia e l’imbarazzo di un’attempata coppia in amore, che troverà difficile pronunciare i sentimenti a parole, ma saprà attraversare con una certa grazia anche le difficoltà e il dolore più indescrivibile. 

Difficilmente al cinema si racconta l’età avanzata, il tabù della vecchiaia (meno che mai spogliato di una allure drammatica, o dei buffi equivoci della commedia).

Per questo OUR SOULS AT NIGHT (Le nostre anime di notte) è forse tra i film più belli in tutta la carriera di Jane Fonda, e certo tra i più interessanti per l’anno 2017.

 

Marta Zoe Poretti

#netflixlovers #oursoulsatnight

#cinemalovers #topfilm2017

#MZP

#1Dicembre: Buon compleanno #WoodyAllen. Ecco 20 tra le migliori citazioni dei suoi film

1 Dicembre:

Oggi Mr. Allen compie 82 anni.

Per festeggiare il regista di Manhattan, Io e Annie, Match Point e Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso (ma non avete mai osato chiedere) – pioniere della nuova commedia americana, dello humor nero e degli scandali a sfondo sessuale, nonché autore che ormai può permettersi tutto, anche firmare brutti film – nella Photo Gallery trovate 20 tra le più folgoranti battute dei suoi film (in lingua originale).

#MZP ❤ #WoodyAllen

Bogart Bacall Monroe
Humphrey Bogart Lauren Bacall & Marilyn Monroe: “How to marry a millionaire” premiere, Hollywood 1953

 

#filmlovers #cinemalovers

#icons

#thelovingmemory ❤

 

#JimCarrey : #Netflix presenta il documentario “Jim & Andy – The Great Beyond”

"How beautiful you are!

You're so broken!

Please don't get well"*

Michel Gondry a Jim Carrey nel backstage del film 
ETERNAL SUNSHINE OF THE SPOTLESS MIND 
(Se mi lasci ti cancello, 2004)

Questo scambio di battute è solo uno tra gli aneddoti e le grandi rivelazioni assicurate da JIM & ANDY – THE GREAT BEYOND: : il documentario che Jim Carrey ha presentato in anteprima nell’ultima edizione della Mostra del Cinema di Venezia.
Il film sarà a disposizione di tutti gli utenti Netflix da questo Venerdì (#17Novembre).

Nel lontano 1999, questa hit degli R.E.M. (da AUTOMATIC FOR THE PEOPLE) diventava il tema principale di MAN ON THE MOON: il film di Milos Forman che Jim Carrey (all’apice della sua carriera) dedica alla vita e l’estro di Andy Kaufmann:

Il backstage e l’esperienza di quel film diventa oggi JIM & ANDY – THE GREAT BEYOND: un documentario imperdibile per le più svariate ragioni.

Anzitutto: non serve essere grandi fan di Jim Carrey per apprezzare questo coraggioso esempio di cinema del reale. Solo la complessità della struttura, infatti, merita tutta la vostra attenzione.

Coraggio non è una parola scritta a caso, sulla scia dell’entusiasmo di un momento. Il film è coraggioso come un uomo, Jim Carrey, che ha deciso di parlare a lungo, in primo piano, lo sguardo fisso in macchina (come ci guardasse insistentemente negli occhi): la storia che racconta non è solo l’ascesa di Ace Ventura nell’Olimpo di Hollywood. E’ anche la storia dei disturbi psichiatrici che da sempre lo accompagnano.

Scopriremo che il protagonista di The Mask e The Eternal Sunshine of the Spotless Mind è stato un tempo un comico canadese. Partito dal nulla, in pochi mesi ha saputo stregare il mondo con il suo talento per la stand-up comedy, ma soprattutto quelle trasformazioni che sembravano senza fine.

Massimo esponente del sorpresismo, Jim ha saputo sempre rilanciare la posta: magari con interpretazioni drammatiche pronte a spezzarci il cuore. Magari parlando di suo padre, dei mesi vissuti in un furgone Volkswagen, del successo che non ha fatto in tempo a vedere.

Nel 2017, nella nuova Hollywood che ha infranto ogni tabù (perfino la compravendita del sesso), la malattia mentale resta tra i pochi segreti che non vanno svelati. Insieme alla Principessa Leia, Carrie Fischer (scomparsa il 27 Dicembre dello scorso anno), Jim Carrey resta fieramente tra le più rare delle eccezioni: una star disposta a pagare il prezzo del disagio, dell’autenticità e la naturalezza che riserva anche a questo genere di argomenti. 

Come ai tempi di Man On The Mooon, per questa nuova prova con il regista Chris Smith  Jim divide la scena con il maestro Andy Kaufmann, senza escludere le incursioni di Tony Clifton: brutto alter ego, davvero di difficile gestione.

Non riveliamo oltre: tra le nuove uscite di questa settimana, non possiamo che consigliarvi JIM & ANDY – THE GREAT BEYOND, su Netflix a partire da Venerdì 17 Novembre.

 

Marta Zoe Poretti

#MZP ❤ #JimCarrey

*(ITA) “Come sei bello! Sei così devastato! Per favore cerca di non stare meglio.” (Michel Gondry)

#DavidLynch alla Festa del Cinema di Roma. Storia di una breve domanda. #mzp

“Ogni puntata della terza stagione di Twin Peaks termina con una performance musicale. Oltre a David Bowie e Angelo Badalamenti, ci sono altri musicisti di riferimento per il tuo cinema, che vorresti nei tuoi prossimi progetti?”

Questa (in inglese e con troppa emozione) è la domanda che ho rivolto a David Lynch alla Festa del Cinema di Roma.

DAVID LYNCH:  Chrysta Bell è una cantante. La cosa straordinaria dei musicisti e i cantanti, in realtà soprattutto i cantanti, è che sono così abituati a esibirsi in pubblico. Per questo non hanno alcun genere di paura. Molti di loro possono essere attori grandiosi.”

 

Fatalmente, CHRYSTA BELL non è altri che la splendida Agente Speciale Tamara Preston nella terza stagione di TWIN PEAKS (2017).

Per la sua carriera di cantautrice, performer e musa, ecco 2 video firmati Chrysta Bell & David Lynch:

BACK SEAT (tratto dall’EP “Somewhere in the Nowhere”, 2016)

e ALL THE THINGS (2014):

 

 

#BuonaDomenica FELLINI e MASTROIANNI sul set di 8 e 1/2 (1963)

fellini mastroianni 2

FEDERICO FELLINI e MARCELLO MASTROIANNI a Cinecittà durante le riprese di 8 e 1/2 (1963)

Evocato da David Lynch e Nanni Moretti alla Festa del Cinema di Roma come primo e fondamentale riferimento per la loro visione del cinema, l’aura di Federico Fellini sembra immune al trascorrere del tempo.

Il Roma Film Fest finisci oggi, Domenica #5Novembre.

L’incredibile moltitudine di film, conferenze stampa e incontri Ravvicinati resta ancora tutta da raccontare.

STAY TUNED

#thelovingmemory

#MZP ❤ #RomaFF12

 

#3Novembre NICO 1988 al Cinema 4 Fontane di #Roma

“Sono stata in cima e ho toccato il fondo, ma entrambi erano vuoti.”

#Roma: siete ancora in tempo per vedere il film vincitore della sezione #Orizzonti alla 74 Mostra Del Cinema VeneziaNICO 1988 di SUSANNA NICCHIARELLI
La stessa regista definisce il film “un biopic al contrario”…. Sintesi di ascesa, caduta e ritorno di una tra le più folgoranti icone del ‘900: Nico, Chelsea Girl e musa di Andy Warhol e The Velvet Underground, poi unica protagonista di The Marble Index (album) e una breve intensa carriera solista.


Nella parte di Nico, quella che è a sua volta una grande icona del cinema danese:

TRINE DRYHOLM, letteralmente più vera del vero.

 

Appuntamento questa sera a Roma con Susanna Nicchiarelli per: NICO, 1988 – Cinema Quattro Fontane

Vivo film Circuito Cinema Rai Cinema

 

#MZP ❤ La Biennale di Venezia

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: